L’RBLOB e l'Antenna Cobra 20:

una storia che inizia con qualche dubbio

 ma si conclude benissimo!

Relazione del Gruppo.

  La nostra esperienza con l’Arno Elettronica nasce durante la Fiera del Radioamatore di Pompei del 2006.

  Quasi tutti noi del gruppo già avevamo avuto modo di studiare il progetto della Arno Elettronica ed un nostro caro amico da tempo utilizza con apprezzabili risultati una Venus per i 160mt.

Durante la fiera di Pompei, pertanto, si è approfittato per socializzare e soprattutto per chiedere qualche ulteriore informazione tecnica allo stand dell’Arno Elettronica dove cortesia, gentilezza e disponibilità fanno da padroni.

  Paolo iw8dqy senza pensarci troppo, anche per motivi di spazio, decide di comperare una Venus per i 160mt dopo aver concordato modalità di montaggio, lunghezza cavo, distanza da ulteriori installazioni ecc. Tale antenna, destinata alla casa al mare, a tutt’oggi per problemi vari non è stata ancora montata, speriamo che l’installazione avvenga durante il mese di agosto per avere subito dopo a caldo qualche parere.

  Nei giorni successivi la fiera, vista la cortesia e la disponibilità di Julie e Marco, in attesa dell’arrivo dell'antenna di Paolo iw8dqy abbiamo loro richiesto la disponibilità a fornire al gruppo una Cobra per i 40 metri da utilizzare per le nostre piccole scorribande in portatile.

  L’Arno Elettronica, tramite Marco, ci ha prontamente risposto rappresentando la disponibilità a fornire un’antenna al gruppo ma, nel contempo, consigliando la Cobra per i 20 metri piuttosto che quella dei 40mt visto che l’RBLOB è particolarmente attivo nella trasmissione da Castelli per il DCI e quindi interessato a QSO locali  in questa banda piuttosto che per collegamenti a distanza maggiore.

  Dopo un breve scambio di opinioni tra i vari membri del gruppo, si decide di accettare la proposta di Marco considerato che per i 40mt generalmente preferiamo utilizzare l’ormai fidatissimo e collaudatissimo dipolo della diamond.

  Dopo 15 giorni la Cobra per i 20 metri era bella ed imballata presso di noi gentilmente offerta all’RBLOB Radio Group dall’Arno Elettronica.

  Poiché il gruppo non aveva in corso preparazione di attivazioni, giusto per curiosità si decide di montarla provvisoriamente a casa di uno di noi ed in particolare di Luca IK8TLX che in questo periodo, dopo il montaggio del nuovo traliccio e della due elementi per i 40mt, è momentaneamente sfornito di antenna per i 20mt.

  In tutta onestà l’installazione veloce e provvisoria non è stata fatta rispettando le istruzioni e consigli di Marco. Trattandosi solo di un montaggio occasionale non si è badato particolarmente alla posizione e soprattutto al cavo (più spezzoni con barilotti).

Le prime impressioni non sono state molto soddisfacenti. Nessuno rispondeva alle chiamate, anche utilizzando circa 400 watt in antenna, impossibile passare nei pile up, sensazione di non irradiazione. Pochissimi QSO a log. Una particolarità, però, si è subito notata: la pulizia dell’ascolto ed una discreta ricezione (in mancanza di altre antenne non si è potuto fare un confronto valido).

  Abbastanza scoraggiati dopo una decina di giorni l’antenna viene smontata ed inscatolata pronta per essere usata in occasione della nuova attività del gruppo: l’attivazione di quattro referenze DCI nel Bosco di Capodimonte di Napoli.

L’installazione delle antenne era fissata per venerdì 30 giugno e le trasmissioni per i successivi 01 e 02 luglio.

  Probabilmente scoraggiati dall’esperienza apparentemente negativa della settimana precedente decidiamo di montare sul punto più alto a disposizione la verticale 7 bande del gruppo (torre alta circa 18 mt da terra con apertura su Napoli a 360° senza ostacoli, un panorama mozzafiato!), poco più giù il dipolo dei 40mt e degli 80mt ed il loop per i 6mt.

  La Cobra 20, a fine installazione, viene montata su un palo militare alzato a circa 10mt dal terreno ed ancorato ad un cancello. Nonostante la buona posizione, tra la Cobra20 e la verticale 7 bande vi erano circa 8/10 metri di altezza a favore della seconda.

  Le apparecchiature installate sono un ICOM 756proIII, ICOM 756proII, YAESU 897, KENWOOD ts50.

  Sul sito www.rblob.com

http://www.rblob.com/hamradio/eventi/capodimonte2006/foto_attivazione.asp

è possibile vedere qualche foto esemplificativa delle installazioni e degli operatori.

  Il Sabato la giornata inizia di gran lena ….. ottima propagazione sia in 40mt che, soprattutto, in 20 metri. Visto il pile up che si genera in 20 metri non ce la sentiamo subito di metterci a fare sperimentazione per cui iniziamo e terminiamo le prime due attivazioni con la verticale 7 bande che fa il solletico al cielo vista la posizione.

  Quando le prime attivazioni sono terminate e un po’ tutti gli operatori avevano lavorato è giunto il momento della Cobra 20.

  L’antenna, come detto, era montata a circa 10 metri di altezza e proprio al di sopra della stazione. Il cavo (INFLEX giallo), pertanto, scendeva verticale lungo il palo e dalla fine del palo era collegato al PRO III. Complessivamente, pertanto, la discesa era di poco più di 13 metri.

  Con questa configurazione l’antenna non risuonava. Stazionarie oltre 3 su tutta la banda con l’accordatore che neanche riesce ad avvicinarsi ad un valore accettabile. Riprendendo le istruzioni ci rendiamo conto che neanche questa volta abbiamo seguito i consigli contenuti.

Effettuiamo una nuova installazione, 35 metri di cavo complessivo (INFLEX giallo), 7 spire prima dell’ingresso in stazione, radio spostata di circa 2 metri non più al di sotto dell’antenna.

  Test di trasmissione: perfetta! Stazionarie assenti e larghezza di banda notevole.

  Vediamo ora come reagisce in aria. La prima sensazione, ad orecchio, è di estrema pulizia nell’ascolto. In ascolto sulla stessa stazione, con il commutatore del PRO III, passiamo dalla verticale multi banda (che ripetiamo essere stata montata circa 10metri più in alto) alla Cobra 20.

  La verticale multi banda, innegabilmente, captava i segnali in maniera più robusta ma portava con se rumori, disturbi adiacenti, scariche elettrostatiche e tutto quello che poteva mandare giù. La Cobra20, pur abbattendo il segnale di una decina di db, permetteva un ascolto sempre tranquillo e chiaro. Segnali forti ma scarsamente comprensibili con la verticale multi banda diventavano segnali medi ma totalmente ascoltabili ed intelligibili con la Cobra 20.

  Si inizia a trasmettere: primo collegamento con la Finlandia. Chiediamo il rapporto reale mentre trasmettiamo con la Cobra20 e ci viene dato un bel 59, commutiamo sulla verticale multi banda, con conseguente difficoltà di comprensione del corrispondente causa disturbi, richiediamo il rapporto reale e ci viene confermato il 59.

Questo primo esperimento ci spinge a proseguire: un’antenna montata dieci metri più in basso ottiene i medesimi risultati dell’altra!

  Incuranti del mal tempo che nel frattempo era puntualmente arrivato continuiamo a buttare giù QSO con tutta Europa, qualche contatto da Israele, qualcuno con la Russia Asiatica. Di tanto in tanto si commuta sulla verticale. I risultati sono sempre analoghi: segnali un po’ più forti ma molto molto disturbati.

  La peculiarità delle antenne della Arno Elettronica è che ciò che sentiamo …. Lo colleghiamo!

Ciò a prescindere da quello che dice il display del PROIII. Abbiamo effettuato qso con corrispondenti segnale 0 (zero) ma modulazione perfetta e chiara ricevendo con i nostri bravi 100watt sempre ottimi riscontri.

  Nel collegamento ottico, invece, la Cobra 20 ha mostrato i suoi limiti. Infatti ci ha contattato un amico a circa 10Km di distanza in portata visiva ed in questo caso, per entrambi, il miglior risultato si è ottenuto con la verticale multi banda montata più in alto.  

Nel pomeriggio della domenica cala vistosamente, anzi precipita la propagazione e di conseguenza il numero di QSO. Anche in assenza di propagazione favorevole si continua con il principio: ciò che sentiamo lo colleghiamo senza difficoltà e sempre con un ottimo ascolto mai impegnativo e mai faticoso.

A fine giornata arriva il momento di smontare … la foto finale di gruppo viene fatta proprio con la Cobra20 a riprova di tale inaspettata sorpresa positiva. Siamo infatti convinti che probabilmente se l’ antenna fosse stata montata alla stessa altezza dell’altra quasi sicuramente sarebbe ulteriormente diminuito il gap di segnale ricevuto. Differenza che, si ripete, alla fine era solo apparente infatti la qualità dell’ascolto è sempre andata a favore della Cora 20.

Questi i risultati definitivi :

n°16 attivazioni complete da 11 attivatori

 

NA123: iw8bz - iw8dgs - iw8few - iz8fbs

NA124: ik8urg - iz8fen

NA125: ik8tlx - ik8urg - ik8wab - iw8dgs - iw8dqy - iw8fbg - iw8feu - iw8fon

NA126: ik8tlx - iz8feu

 

Totale QSO realizzati: 1632 di cui 810 in 20 metri

 

Degli 810 QSO realizzati in 20 metri:

470      con Antenna Cobra20

14        con loop filare

326      con verticale multi banda (che ad onore del vero era montata circa 9 metri più in alto)

 

Le foto ricordo …

Gruppo Radio RBLOB IW8DQY con Cobra20                          Installazione Cobra20

 

Panoramica antenne (Cobra20 in basso a destra)

http://www.rblob.com/hamradio/eventi/capodimonte2006/foto_attivazione.asp

 

Un ringraziamento a tutto il gruppo ed in particolare a Paolo, IW8DQY, per averci permesso di utilizzare il loro materiale per la nostra newsletter.

Buone Vacanze a tutti ed un Arrivederci alla Fiera di Cerea del 26 e 27 Agosto.

Marco IZ5EEP & Julie SWL/I/0067/PI

Copyright ARNO ELETTRONICA Release 2.0 Setember 2004

arno elettronica

Tel +39 0587 606122 – Fax +39 0587 608634

assistenza@arnoelettronica.com  www.arnoelettronica.com